Daniel Panajotti - accademia tennis Verona

news & eventi

Mercoledì 25 gennaio 2017

AUSTRALIAN OPEN NEWS - DAY 10

Fonte: www.federrtennis.it

Per leggere l'intero articolo: http://www.federtennis.it/DettaglioNews.asp?IDNews=83426

Il suo “Vamos” scuote la Rod Laver Arena ed è un segnale per gli altri big del tennis. Oltre due anni e mezzo dopo Rafa Nadal tornerà a disputare una semifinale Slam (l’ultima risaliva al Roland Garros vinto nel 2014). Il mancino spagnolo, numero 9 del ranking e del torneo, ha raggiunto per la quinta volta il penultimo atto agli Australian Open eliminando in tre set il canadese Milos Raonic, numero 3 della classifica mondiale e del seeding: 64 76(7) 64 il punteggio con cui il 30enne maiorchino si è imposto sull’allievo di Riccardo Piatti - semifinalista qui dodici mesi fa quando mise in seria difficoltà anche Andy Murray -, costretto a uscire a testa bassa per la settima volta in nove confronti contro lo spagnolo (a segno cinque volte sul duro), il primo in uno Slam.

NELLE SEMIFINALI TRE ROVESCI A UNA MANO - I tanti guai fisici del 2016 sembrano davvero solo un ricordo per Nadal, che nella semifinale della parte bassa del tabellone (la 24esima in un Major per Rafa) troverà Grigor Dimitrov, numero 15 del ranking mondiale, che ha travolto il belga David Goffin, numero 11 Atp, con il punteggio di 63 62 64. Gli si era aperto un corridoio in tabellone (dopo l’eliminazione choc di Novak Djokovic) e il bulgaro ha saputo sfruttarlo a dovere, guadagnandosi per la prima volta un posto tra i ‘best 4’ degli Australian Open, la sua seconda semifinale Slam (la prima l’aveva ottenuta a Wimbledon 2014). Dal punto di vista tecnico un’annotazione merita di essere fatta: tra i quattro semifinalisti (Roger Federer e Stan Wawrinka gli altri due) ben tre giocano il rovescio a una mano.

NADAL ANNULLA 6 SET POINT A RAONIC NEL SECONDO - In quello che era il terzo incrocio fra i due in poche settimane in questo inizio di 2017 (il mancino di Manacor si era imposto nell’esibizione di Abu Dhabi, mentre Raonic ha prevalso in rimonta in 3 set nei quarti a Brisbane) Nadal è stato solidissimo, ancor più che nelle precedenti vittorie su Baghdatis, Alexander Zverev e Monfils che lo avevano rilanciato tra i protagonisti. Pressoché perfetto Rafa - 14 trofei dello Slam in bacheca, tra cui quello in Australia del 2009.

RAFA COMMOSSO: “HO AVUTO TANTI MOMENTI DURI E DUBBI…” - Un’ulteriore carica di energia invece per l’iberico, che non concede chance e al decimo gioco, implacabile, vola 0-40 e dopo due ore e 44 minuti, quando l’avversario non arriva a giocare la volée di diritto, si inginocchia felice, quasi commosso. "Ho avuto una grande carriera, ma anche molti momenti duri e di sofferenza. Ed è quel che mi fa godere ancora di più questo risultato", ha spiegato Rafa al microfono di Jim Courier, che poi ha domandato se visti i numerosi guai fisici avesse qualche volta dubitato sulla possibilità di tornare al top. “Io non sono per carattere una persona arrogante, per cui ho sempre dei dubbi. E’ una cosa normale per me, anche quando vincevo tanto avevo dubbi, dunque potete immaginare se non li ho avuti quando ero fuori dal circuito...".
.

RISULTATI MERCOLEDI’ - Quarti: (9) Rafa Nadal (ESP) b. (3) Milos Raonic (CAN) 64 76(7) 64, (15) Grigor Dimitrov (BUL) b. (11) David Goffin (BEL) 63 62 64, .
 

di Gianluca Strocchi