Daniel Panajotti - accademia tennis Verona

news & eventi

Martedì 21 febbraio 2017

FEDERER-NADAL, DOPPIO DA FAVOLA

 
 
 
Hanno dato vita a fine gennaio a Melbourne a una delle finali più ricche di pathos degli ultimi tempi, forse anche vintage per qualcuno, ennesimo capitolo di un duello che ha caratterizzato gli anni Duemila. E ora Roger Federer, che con il trionfo agli Australian Open – al rientro nel circuito dopo sei mesi di stop - ha messo in bacheca il 18esimo titolo Slam, e Rafa Nadal stanno per fare coppia, dando vita a un doppio da favola. L’occasione, davvero da non perdere per gli appassionati di tennis, la fornirà la Rod Laver Cup, il nuovo torneo di esibizione che si svolgerà dal 22 al 24 settembre a Praga, dove è stata presentata ufficialmente ieri la prima edizione.
Il format dell’evento ricalca infatti quello della Ryder Cup di golf, con una squadra a rappresentare l’Europa e l’altra invece il Resto del Mondo, capitanate rispettivamente da due leggende della racchetta quali Bjorn Borg e John McEnroe, a loro volta grandi rivali sul campo in passato. E dunque il 35enne campione svizzero e il 30enne mancino spagnolo, due dei grandi protagonisti che hanno confermato la loro presenza nel team del Vecchio Continente, insieme con il ‘padrone di casa’ Tomas Berdych (per il Resto del Mondo, al momento, è annunciato il canadese Milos Raonic, numero 4 del ranking), possono scendere in campo uno accanto all’altro, formando un doppio da brividi: qualcosa come 32 titoli Slam (18 per lo svizzero, 14 per il maiorchino) da una sola parte della rete.

ROGER: "HO SEMPRE SOGNATO GIOCARE ACCANTO A RAFA" - "Ho sempre voluto giocare in doppio con Rafa” – ha sottolineato King Roger parlando ai media – “semplicemente perché la nostra rivalità è stata qualcosa di così speciale. Siamo sempre stati dall´altra parte della rete e questa sarà un´esperienza molto diversa per giocatori e tifosi. Mi aspetto un pubblico rumoroso ed entusiasta in una delle più belle città del mondo. La favorita sulla carta sarà l'Europa, speriamo di vincere, ma sarà una sfida equilibrata, sono sicuro che John McEnroe possa dare una spinta importante alla squadra".
Federer, inoltre, ha voluto evidenziare come si tratterà di un’esibizione solo per modo di dire, considerando la qualità degli interpreti che si daranno battaglia con la racchette. "Sarà un duro torneo, con match duri, nonostante non ci siano punti in palio. Chi giocherà meglio vincerà” - ha puntualizzato lo svizzero - “Era da tanto tempo che non avevamo un torneo così eccitante come la Laver Cup. Sono entusiasta di fare coppia con alcuni dei miei più grandi rivali come Rafa e Tomas: non abbiamo mai avuto la possibilità di incoraggiarci uno con l'altro…".

IL FORMAT: 6 GIOCATORI PER SQUADRA - Ci saranno due squadre: il team Europa, capitanato da Bjorn Borg, e il team Resto del Mondo, guidato invece dall’istrionico John McEnroe. Ogni squadra avrà a disposizione in totale sei giocatori, quattro dei quali saranno stabiliti attraverso il ranking ATP post-Wimbledon, mentre due verranno scelti dai capitani nel lunedì post US Open.


                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  di Gianluca Strocchi